La scatola portafaretto

 
 

• è indispensabile per installare i faretti da incasso direttamente nei soffitti e pareti in muratura o cemento armato,
• è utile per creare una zona di aria attorno al faretto per evitare che lo stesso raggiunga temperature troppo elevate limitando la durata in ore del led.
• è un ottimo elemento di protezione dalla polvere per le tradizionali installazioni su contro soffitto,   
• è facilmente installabile con l’apposito sistema applicativo anche dall’elettricista,
• è, soprattutto nelle abitazioni, una nuova alternativa per poter illuminare gli ambienti.
pag a2 1

 
Ma perchè i faretti da incasso?
  Illuminare gli ambienti della propria casa con i faretti da incasso costituisce un modo nuovo di arredare e di improvvisare giochi di luce, di inventarsi la luce dove la vogliamo distribuendo calore e bellezza a tutti gli oggetti illuminati.
La luce dei faretti a led è infatti in assoluto la più simile a quella del sole, la corretta distribuzione e la limitata potenza di ogni singolo punto permette alla luce di raggiungere ogni angolo dell’ambiente, senza provocare l’abbagliamento di una fonte luminosa di vecchia generazione .
 
     
 
page a2 2 pag a2 3 page a2 4 page a2 5 page a2 6
 
  Le vecchie lampade alogene sono praticamente abbandonate e la luce con faretti a led è l’attuale , ed economica , realtà.
Ora occorre capillarizzare di più le fonti luminose , perché la potenza luminosa di ogni singolo punto luce a led è più piccola rispetto le forti lampade alogene che si usavano prima.
E’ perciò sempre più interessante valutare di illuminare gli ambienti con faretti da incasso a led , ed è sempre più interessante installarli anche laddove non sempre esiste il controsoffitto che per molti anni ha facilitato (anche se spesso non correttamente) l’installazione dei faretti.
 
  Da sempre infatti I faretti si sono installati principalmente nei negozio o nei locali pubblici dove abitualmente si faceva il contro soffitto, ma quest’ultimo non sempre esiste ed ad ogni modo installare i faretti anche nella civile abitazione è una cosa molto apprezzata dal cliente finale. Non vi è mai stato un metodo razionale per installare i faretti nella muratura , ora che c’è si possono fare veramente tante cose nuove. Il nostro sistema di lavoro è ancora poco conosciuto ma il problema dell’installazione dei faretti è più diffuso di quanto sembri . In ogni caso conoscendo il metodo si aprono delle possibilità di utilizzo in più e anche soluzione ai nuovi problemi dei faretti a led che i costruttori ancora non sempre considerano, qualche esempio:
In molti casi il cliente o il progettista che consulta il catalogo di un produttore di illuminazione , o visita una mostra illuminotecnica, NON PERCEPISCE LA POSSIBILITA’ CHE I FARETTI POSSANO ESSERE INSTALLATI LADDOVE NON C’E’ CONTROSOFFITTO.
Anche se ci sono casseforme in certi cataloghi (ma raramente immagini tecniche di utilizzo) spesso non avviene il collegamento mentale che il faretto dentro la cassaforma permette di essere montato anche in un soffitto in muratura; offrendo così la possibilità al cliente di effettuare scelte su prodotti mostrati nel catalogo della ditta stessa che vengono perciò scartate a priori. Esempio: l’utente finale consultando il catalogo potrebbe decidere di installare faretti da incasso in bagno o in un corridoio in quanto vedendo immagini tecniche di casseforme in mezzo ai muri grezzi , recepisce che i faretti che sta visionando in quel catalogo o in quella mostra di illuminazione sono provvisti di un metodo per essere installati anche senza necessariamente avere il cartongesso; e quindi potrebbe acquistare un certo numero di faretti ed un certo numero di scatole porta faretto.
Allo stesso modo un progettista potrebbe propendere per la prescrizione di un faro piuttosto che di un altro perché lo stesso a catalogo ha il metodo di installazione nel cemento armato come previsto in quel cantiere.
Il problema poi esiste da molto tempo. A chiunque operatore del settore è capitato di dovere incassare dei faretti e di non sapere come fare. Quindi perché non favorire questi argomenti?
 
     
 
pag a2 6b
pag a2 7
  La comune tecnica approssimativa di installazione dei faretti prevede di fare un foro nel contro soffitto e di mettere tutto lassù senza particolari accorgimenti. Ma molto spesso gli stessi contro soffitti sono coperti dalla lana di vetro , in questi ultimi anni soprattutto nel nord ancora di più, in quanto è necessario aumentare l’efficienza dell’edificio e la classe “A” degli stessi da raggiungere non consente sprechi energetici.
Parallelamente I nuovi fari a led raggiungono delle buone potenze ma necessitano di un corretto smaltimento del calore che spesso , dopo anni di “bollenti” alogene , viene sottovalutato. Infatti se le temperature del led si innalzano troppo lo stesso led non durerà le 50.000 ore per cui il cliente si aspetta che duri e durante inferiori dopo investimenti e promesse considerevoli provocherebbero disagi non da poco.
E’ fondamentale che il costruttore dei faretti spieghi bene questo concetto e che effettui le prove di smaltimento temperatura tenendo conto della possibilità che il faretto debba essere anche coperto dal tessuto di coibentazione come spesso avviene ultimamente. Occorre infatti disporre di uno spazio di smaltimento temperatura che solitamente è di almeno 5 /6 cm di volume attorno al faretto. Spazio che si può creare installando il faretto con una cassaforma piuttosto che nulla ed avere il rischio che poi sia coperto dalla lana di vetro e danneggiato dal calore preventivamente.
Il fatto di avere un adeguato metodo di installazione che tenga conto anche di queste problematiche , a catalogo o nel foglio di istruzioni del costruttore, costituisce anche una tutela del costruttore nel caso in cui l’istallazione sia effettuata in modo non corretto e che vi debbano essere casi di durata ore limitata.
   
Ora grazie alla scatola portafaretto ed al suo sistema applicativo,
qualsiasi installatore elettrico o propositore può avvalersi di questo
nuovo strumento di lavoro, senz’altro molto apprezzato dai propri clienti.
l'inventore della scatola portafaretto
 
Costa Celestino
 
     

Carrello

 x 

Carrello vuoto

Cerca nel negozio

Login

Chi è online

Abbiamo 57 visitatori e nessun utente online

assistenza computer Imola

I cookie migliorano la qualità del nostro sito. Utilizzando i nostri servizi, accetti le nostre modalità d'uso dei cookie.